Povertà e disuglianza, l’appello campagna Miseria Ladra

testata_sito_1_

I dati Oxfam diffusi qualche giorno fa sull’aumento delle diseguaglianze in tutta Europa e l’ultimo rapporto della Caritas Italiana sulle povertà nel nostro paese, dimostrano la necessità di rimettere la lotta alle povertà e welfare al centro dell’agenda politica e costruire una risposta a problemi che riguardano la dignità e la libertà delle persone, di fronte alle diseguaglianze che aumentano e a una povertà fuori controllo come sostiene da più di due anni la campagna Miseria Ladra promossa da Gruppo Abele e Libera insieme alla rete di centinaia di organizzazioni del sociale e del volontariato laico e cattolico impegnate nel contrasto alla povertà ed in attività di mutualismo sociale.

La lotta alle diseguaglianze- prosegue nella nota i promotori della campagna Miseria Ladra- deve tornare ad essere l’impegno principale di tutti se vogliamo sconfiggere la crisi, restituire dignità a quanti l’hanno persa e spezzare il nodo che lega le povertà alle mafie, rendendo più forti queste ultime. La nostra Costituzione richiama tutti al raggiungimento della giustizia sociale. Per questo chiediamo al Parlamento ed al Governo di rifinanziare il Fondo per le Politiche sociali ed il Fondo per la non autosufficienza, riportandolo almeno a 3 miliardi di euro rispetto agli attuali 800 milioni; come continuiamo a chiedere una buona legge che introduca anche in Italia il Reddito Minimo Garantito.

Sono piu’ di centomila cittadini che hanno firmato le proposte della campagna per il Reddito di Dignità, collegata plla rete di Miseria Ladra. Il M5S, Sel e la sinistra del PD hanno firmato la nostra proposta e si sono impegnati lo scorso 30 giugno in un incontro con le realtà della campagna , ad arrivare ad un’unica proposta di testo da presentare in forma unitaria. E’ necessario essere uniti in tal senso, rispettando l’impegno preso dinanzi al paese affinchè prevalga l’interesse generale ed il bene comune. Per questo invitiamo tutti a fare la propria parte, senza tatticismi.